I captatori di velocità prodotti dalla Gino Lugli sfruttano il principio della magneto-resistenza (sensori passivi) o l'effetto Hall (sensori attivi).

In abbinamento con una ruota fonica magnetica solidale alla ruota del veicolo, realizzata con materiali magnetici duri o dolci, il captatore fornisce in uscita un segnale alternato la cui frequenza è proporzionale alla velocità del veicolo. Si realizza in questo modo una conversione velocità – frequenza.

Il segnale in uscita dai captatori può essere utilizzato per la gestione del sistema anti-pattinamento e/o per il sistema di controllo di apertura delle porte.

I captatori di velocità sono montati su appositi supporti che permettono di ottenere, in fase di montaggio, il valore nominale della distanza sensore- ruota fonica.

Tutte le verifiche intermedie e i collaudi finali dei captatori prodotti sono realizzate all'interno dell'azienda.

Le caratteristiche dei captatori e dei relativi supporti possono essere adattate alle esigenze del cliente in modo da poter essere utilizzate come parti di ricambio per sistemi già installati sui veicoli ferroviari.

Oltre ai captatori per ruota fonica la Gino Lugli ha sviluppato un sensore di velocità che realizza una conversione velocità/tensione continua (generatori d'asse).

Tale sensore è intercambiabile con sensori già esistenti, ma grazie alla riprogettazione dei componenti magnetici offre maggiore stabilità del sistema e una maggiore resistenza alle sollecitazioni meccaniche.

		
captatori1.jpg